Provvedimento del Tribunale di Firenze del 19.03.2014

Secondo il tribunale di Firenze le parti devono necessariamente essere presenti al primo incontro.
Questo Organismo, nelle more di ulteriore giurisprudenza o chiarimenti ministeriali, in alternativa alla presenza delle parti, accetta la presenza di un procuratore speciale ovvero di delegato il quale però, a differenza del primo, non potrà sottoscrivere verbale positivo di accordo.

Sentenza Firenze

Il verbale di accordo, omologato dal giudice, è titolo per iscrizione di ipoteca.

Ai sensi dell’art. 12, comma II, del d.lgs. 28/2010, il verbale di accordo, debitamente omologato, costituisce titolo per l’iscrizione di ipoteca. É il Legislatore stesso ad avere effettuato una specifica scelta discrezionale prevedendo che l’ipoteca iscritta con l’accordo di mediazione sia “giudiziale

ACM Organismo di conciliazione – Marsala –    11/10/2012

Assenza di parte senza giustificato motivo

Tribunale di Siena, sentenza 25.06.2012

La mancata presentazione della parte istante, senza giusto motivo, al procedimento di mediazione, è atto in frode alla legge. E’ quanto ha stabilito il Tribunale di Siena, con la sentenza 25 giugno 2012.

ACM Organismo di conciliazione -Marsala-      04/10/2012

Il tentativo obbligatorio di conciliazione

è compatibile con la richiesta di risarcimento del danno in materia di RC auto

(Trib. di Palermo, sez distaccata di Bagheria, ordinanza del 20.07.2012)

Il giudice di Bagheria ha stabilito che la richiesta di risarcimento del danno prevista come condizione di procedibilità della domanda ex art. 145 dal Codice delle Assicurazioni deve essere considerata alla stessa stregua di qualsiasi altra richiesta che precede il giudizio, e che pertanto non può considerarsi alternativa all’esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione che al contrario deve anche in questi casi necessariamente precedere l’instaurazione di un’eventuale procedimento giudiziale.

ACM Organismo di conciliazione -Marsala-05/10/2012.

Mediazione delegata: le conseguenze della mancata partecipazione

Tribunale Roma, sez. distaccata Ostia, sentenza, 5 luglio 2012 

La mancata comparizione della parte regolarmente convocata davanti al mediatore costituisce di regola elemento integrativo e non decisivo a favore della parte chiamante, per l’accertamento e la prova di fatti a carico della parte chiamata non comparsa.

ACM Organismo di conciliazione -Marsala- 04/10/2012